OLIMPIA CASTELLO – CRISDEN REBASKET 69-70
(16-15,35-28,51-48)

Olimpia: Franceschini 11, Dall’Osso 9,Bonetti 4,Binassi 10, Venturi 12, Corazza 5, Pedini 3, Boschi, Cavina 4, Guazzaloca 11, Nardi. Allenatore: Grassilli

Rebasket: Minardi , Magliani , Nunziato, Castagnaro 20, Mazza 4, Bartoli, Defant 15, Villani 16, Melli 9, Panizzi, Bettelli 6. Allenatore : Casoli

Arbitri: Resca (Ferrara) Alessi ( Ravenna)

La CRISDEN vince gara 3 e centra la salvezza.

Partita vietata ai deboli di cuore, in un finale punto a punto , è del castelnovese doc Mazza, il canestro decisivo, sul punteggio
di 69-68, per l’Olimpia si inventa il canestro del (70-69) a 42 secondi dal termine del match.

Nell’ azione successiva la difesa reggiana contiene l’attacco bolognese, laRebasket non la chiude e nell’ ultimo possesso l’Olimpia ha ancora 20 secondi per sancire le sorti del campionato , ma sbaglia con Pedini e laRebasket si aggiudica match e salvezza.

La squadra di Casoli parte forte, Bettelli in cattedra con 6 punti e dopo quattro minuti di gioco la Crisden è avanti (14-0).
Immediato il time out per i padroni di casa, che porta subito benefici sperati e con un parziale di 9-0 firmato Franceschini e Binassi arriva al settimo minuto sul (9-14).
L’attacco Rebasket non trova più sbocchi, l’ Olimpia prende coraggio e chiude il primo quarto avanti (16-15).
Nel secondo quarto regna l’equilibrio fino a tre minuti dal termine, ma sono le triple di Franceschini a consegnare ai bolognesi il più sette al riposo (35-28).
Alla ripresa della pausa lunga, l’ Olimpia piazza un parziale devastante e raggiunge il massimo vantaggio (43-30), nella Rebasket arriva il quarto fallo dì Bettelli, ma Castagnaro e Defant prendono in mano la squadra , coadiuvati dall’attenta regia di Melli e dalla concretezza di Villani sotto le plance i reggiani arrivano a meno due (45-43).
Coach Casoli ordina la zona 3-2, l’Olimpia non ci capisce più nulla, ed è ancora Defant con una tripla pazzesca a dare il vantaggio alla Crisden (48-46).
Nell’ultimo minuto del terzo quarto Corazza e Dall’Osso riportano i bolognesi con il naso avanti (51-48).

Ultimo e decisivo quarto , sale la tensione in un palazzetto gremito, regna l’equilibrio tra le due squadre, Castagnaro con un gioco da tre punti , da’ il più quattro (65-61) a cinque minuti dal termine.

Risponde per l’Olimpia un ispirato Venturi, per il (67-67 ) a due minuti dal termine, ma il Dio del basket ha deciso che le sorti ed il destino di questo sofferto campionato fossero in mano ad un castelnovese…

The following two tabs change content below.