Della Valle è il go-to-guy di una squadra che ora spinge a marce alte. Quattro su quattro nel girone di ritorno e tanta qualità…ora inizia il campionato reggiano.

 

Vittoria chiave in ottica playoff per la Grissin Bon, che vince a Capo d’Orlando con un ultimo quarto con la marcia giusta innestata e aggancia il treno delle “magnifiche otto” che si giocano la post season.



Dopo tre quarti al minimo di gas, la squadra di coach Menetti gira due viti in difesa, trova ritmo attacco e grazie alla fiammata di Amedeo Della Valle in 150″ riesce a portare a casa la vittoria.

Nei nostri consueti #Analytics proviamo a estrapolare tre numeri chiave del successo al PalaSikeliArchivi di Capo.

11: manco a dirlo, i punti di Della Valle in 2’30” che decidono il match. Onnipotenza offensiva, leadership, scelte giuste. Amedeo, come avevamo evidenziato in settimana sottolineando qualcosa di palese, è ormai un top giocatore europeo. Ieri, per l’ennesima volta in questa stagione, si è preso le responsabilità che un leader e un go-to-guy si deve prendere e ha portato a casa il successo. E c’è chi dice che Reggio vince per iniziative dei singoli…perché ci sono squadre che non lo fanno? E’ una certezza del basket: se hai un leader offensivo che ti permette di vincere le gare hai tutto quel che ti serve. Speriamo che la Nazionale lo riconsegni a Reggio con rinnovata carica e grinta, anche se anche per lui qualche giorno di meritato relax sarebbe davvero manna dal cielo.

8: sono i punti di Riccardo Cervi nel terzo quarto, tutti su buone letture di Pedro Llompart in situazioni di show forte del lungo di Capo. Lettura giusta, a volte con assist diretto e in un’occasione arrivandoci di sponda, grazie alla rotazione corretta della difesa siciliana.



Quello che spesso, in passato soprattutto, aveva condannato Reggio con gli show di Cervi, stavolta ha completamente tolto ritmo alla difesa della squadra di coach Di Carlo e i 5 assist del play spagnolo (con 5 recuperi, partita di altissimo profilo) sono stati tutti su letture perfette.

4: sono le vittorie in fila di Reggio in questo girone di ritorno su altrettante gare. Dopo lo 0-6 iniziale, la Grissin Bon è 9-4 e sarebbe seconda in classifica dietro alla sola Avellino (10-3). Ora la formazione biancorossa è in ritmo, ha fiducia, ha rotazioni, assorbe i cambi di roster dati dalla gestione delle turnazioni di stranieri, sta ritrovando tutti i suoi effettivi. E ora inizia il campionato vero, quello che deve portare la banda di coach Menetti ai playoff. E col senno di poi era evidente che la squadra che ha perso contro Brindisi e Bologna non era più neanche parente di quella iniziale, per uomini (lapalisse…) e per qualità espressa in campo. Serviva solo tempo per risalire la classifica. E ora divertiamoci….