Bmr a caccia del riscatto in una delle piazze storiche del basket italico. A 8 giorni dalla sconfitta rimediata al PalaBigi contro Vicenza, la formazione bianco-rosso-blu viaggia alla volta di Desio, per la sfida in programma oggi alle 18 contro l’Aurora: un test che serve immediatamente da riscatto per Germani e compagni, autori di una prova non positiva nel primo tempo cui è seguita una reazione nella ripresa, comunque non sufficiente per riavvicinare i rivali e portare a casa il successo.



Desio si affida per la seconda stagione consecutiva ad un “santone” come Fabrizio Frates: l’ex allenatore della Pallacanestro Reggiana aveva firmato un biennale lo scorso anno, a 34 anni dall’esperienza da vice di Morini, e ha portato i suoi ai playoff, perdendo a gara 3 una bella serie con Omegna. Non sarà facile, per i giovani scandianesi, tornare con i due punti ma è fondamentale giocarsi tutte le chances fin dalla palla a due, senza timori riverenziali.

L’avversario

Organico giovane, come da tradizione, in casa Rimadesio. Da San Miniato, ma con trascorsi in maglia Valsesia e Biella, spicca l’ala/centro Olivier Giacomelli, classe 1995, a segno con 11 punti nella sconfitta di Cremona con la Juvi. Sotto i tabelloni spiccano i 2 metri dell’ex San Giorgio su Legnano Giovanni Lenti, mentre in posizione di ala si alternano l’italo-americano Xavier Brown, alla seconda stagione in Brianza, e Simone Fiorito.



In cabina di regia il classe 1997 Francesco Villa, ex Omegna, fa compagnia a Paolo Busetto, di un anno più “vecchio”, mentre tra gli esterni occhio all’italo-dominicano Daniel Perez, 14,2 punti di media lo scorso anno, al suo secondo campionato a Desio dopo aver giocato a Omegna, Scafati e Rimini. Lo scorso anno la Bmr cadde in trasferta al Pala Aldo Moro dopo un supplementare (67-64), nonostante i 21 punti di capitan Germani; nell’ottobre 2016, invece, fu una bomba di Veccia a far pendere l’inerzia da parte scandianese, prima dei liberi della sicurezza di Bertolini (61-58).