GRISSIN BON 81
SEGAFREDO 89
Parziali: 19-15, 32-46, 59-68

1′ In questo anticipo pre pasquale coach Pillastrini lascia fuori Bryon Allen ed il solito Poirier, per Djordevic fuori Qvale e l’ex campione NBA Mario “Rio” Chalmers.

3′ Primi minuti di far west offensivo di entrambe le squadre, punteggi alti e ritmo indiavolato. Vediamo cosa di buono potrà portare a Reggio…

4′ Dixon troppo accentratore in attacco: trovare ritmo così è dura. Serve più fluidità.

6′ Moreira e Kravic, con Cervi in panchina, banchettano nell’area reggiana.

8′ Reggio è un tiro da tre continuo e, spesso, fuori ritmo e contesto. 2/8 e già un paio di airball.

10′ Tripla, ma va?, di un positivo Mussini (Taylor, il play della Virtus è più o meno il doppio di Federico, ma stiamo parlando di niente…) chiude il quarto a -4 Reggio. Affarone.


11′ Male Reggio in difesa, soprattutto nella copertura dei tagli dal lato debole (Gaspardo due falli in 40”). Per ora la solita Reggio schizofrenica che va a corrente alternata.

12′ 3/11 da 2 e 4/10 da 3 a testimonianza della scarsa, scarsissima lucidità biancorossa.

15′ Segmento di secondo quarto terrificante, eufemismo, della Grissin Bon: chiunque con la maglia bianconera trova la via del canestro senza nessun tipo di ostacolo. 46 a 14 la valutazione, 22 punti in 15 minuti il misero bottino reggiano.

17′ L’agonia prosegue, diventa difficile trovare spunti interessanti da riportare in questo palese nulla cosmico.

20′ 16/24 da 2 per la Virtus, obiettivamente poco altro da aggiungere. -14 all’intervallo.

25′ La Grissin Bon si desta improvvisamente dal torpore e toglie la Virtus dalla partita rientrando fino al -4. Incredibile come questa squadra possa avere mille e una versioni che possono palesarsi in ogni momento. 18-4 il parziale a favore di Reggio che impatta a 50.

26′ Adesso anche l’ignoranza cestistica offensiva di Dixon è manna dal cielo: tripla da NBA 2K che accende il Bigi e porta Reggio davanti per la prima volta.

28′ Come di consueto dopo una rimonta forsennata, Reggio perde un filo di lucidità e regala qualche libero di troppo alla Virtus (14/17). Controparziale di 11-0 di Bologna che torna a +10.

30′ Reggio risorge dal -16 e arriva addirittura davanti ma un controbreak della Virtus ricaccia i biancorossi a -9. Quasi tutto da rifare per la Grissin Bon.



32′ 7-0 pronti via della Virtus che tira tre cannonate nel fianco del vascello reggiano che affonda di nuovo a -16. Il tremendo contro parziale bianconero è di 19-1.

34′ Clamoroso +30 di plus/minus per l’ex Pietro Aradori, al quale aggiunge 18 punti e 6 rimbalzi: il parziale bolognese è per buona parte merito suo.

36′ 12+5 con 18 di valutazione in soli 17 minuti per Baldi Rossi, altra bestia nera dei reggiani, che insieme ad Aradori questa gara l’ha indirizzata verso le Vu nere.

38′ Siamo in pieno garbage time, per l’ennesima volta in stagione. Un’annata sciagurata che solo la notizia relativa alla sconfitta di Pistoia con Trento ha reso la serata meno angosciante.

40′ Cade, ancora, una Grissin Bon che di fatto gioca solo una parte del terzo quarto rimontando dal -16 ma subendo in pochi minuti un devastante contro parziale di 19-1 che manda i titoli di coda della gara già a inizio quarto quarto.