Un colpo di scena clamoroso. Non si può definire altrimenti la decisone dell’Assemblea di Lega che ha escluso l’Auxilium Torino dalla Legabasket per il 2019/20.



La società piemontesi era riuscita nell’impresa di saldare le proprie posizioni entro la data del 23 aprile, senza – pertanto – incorrere in punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato, ma oggi l’Assemblea delle società di A ha emesso il clamoroso verdetto.

Ecco il comunicato.

La Assemblea della Lega Basket Serie A ha deliberato la esclusione dalla LBA del club Auxilium Pallacanestro Torino. La decisione è stata adottata per condotta incompatibile con la permanenza nella Lega alla luce dell’ingresso nella nuova compagine societaria proprietaria del club torinese di Dimitry Gerasimenko, già proprietario della Pallacanestro Cantù sino al febbraio 2019. Nell’assumere la loro decisione i club hanno valutato la rilevanza, ai fini associativi, del fatto secondo cui un soggetto non può subentrare nella compagine sociale di un club senza tenere conto della situazione di indebitamento dallo stesso causata, nella stessa stagione sportiva, nei confronti di un’ altra associata.
La delibera sarà inviata alla Fip per i relativi provvedimenti in merito allla partecipazione del club al campionato di Serie A.




Se non dovessero cambiare le cose, pertanto, Torino non potrà iscriversi al prossimo campionato di LBA che passerà dalle previste 18 a un numero inferiore di squadre. Possibile anche un campionato a 17 squadre.