Si attendeva la ratifica da parte del Consiglio Federale che puntuale e senza sorprese è arrivata: l’Auxilium Cus Torino riceve una penalizzazione nel campionato in corso di 8 punti e 2 in quello del prossimo anno.



In virtù di ciò la formazione del neo presidente Dimitry Gerasimenko è aritmeticamente retrocessa in A2.
Salva, pertanto, Pistoia, che sul campo aveva invece visto la sua stagione terminare con una retrocessione a una giornata dal termine e nuvole densissime sulla testa della stessa Torino, che ricorrerà sicuramente contro questa decisone ma che vede lo spettro della non iscrizione anche all’A2, secondo i rumors delle ultime settimane.

Con questa decisione, la possibilità di un campionato già dal prossimo anno a 16 squadre diventa quella meno probabile per un discorso di numeri: una retrocessione e tre promozioni come originariamente doveva essere.



In caso contrario, con Pistoia retrocessa e Torino non ammessa alla prossima LBA, come già deliberato dalla stessa Lega, tutto era apparecchiato per un torneo a 17…