Iniziamo, anche per questa pre-season, il viaggio alla scoperta delle squadre che comporranno la LBA 2019/20. Lo faremo sotto forma di griglia di partenza secondo quelli che sono i roster attuali, al netto – ovviamente – delle modifiche che potranno sopraggiungere anche prima dell’inizio della stagione fissato per il 24 settembre.

Partiamo con la 5° fila, dove troviamo la Oriora Pistoia, squadra che è retrocessa sul campo nella passata stagione per poi essere salvata in corner dalla penalizzazione di Torino e che lotterà con altre 3-4 compagini per salvarsi anche in questa annata, tenendo conto che saranno due le retrocessioni in A2 e non più una.



Squadra: ORIORA PISTOIA
BT GRID: 5° FILA – 17° POSTO
Roster Zabian Dowdell (play), Lorenzo D’Ercole (play), Gianluca Della Rosa (play), Jean Salumu (guardia), Terran Pettaway (ala), Carl Wheatle (ala), Justin Johnson (ala forte), Aristide Landi (ala/centro), Andrea Quarisa (centro), Angus Brandt (centro)
Coach Michele Carrera (nuovo)
Quintetto: Dowdell, Salumu, Pettaway, Johnson, Brandt
La stella: Zabian Dowdell
Possibile sorpresa: Carl Wheatle
Strenght: Diciamo la verità: è difficile trovare punti che sulla carta saranno sicuramente di forza di questa Oriora. Si parte dal talento di Zabian Dowdell, certo, ma l’ex Casale e Phoenix Suns, tra le altre, ha visto la sua carriera iniziare una parabola discendente dopo anni in cui aveva promesso faville. La voglia e l’intensità di Lollo D’Ercole sono sicuramente una pietra angolare da cui partire per lavorare e cercare di plasmare le tante scommesse per arrivare a una salvezza.

Pettaway conosce l’ambiente e può fare buone cose. Johnson e Wheatle sono giovani e promettenti e l’esperienza di Salumu, dopo uno sprazzo di stagione da comprimario a Varese, potrebbe far quadrare il cerchio. Ci si attende tanto da Landi, dopo la promozione da protagonista con Roma della passata stagione.



Weaknesess: Dowdell è il leader ma – vedi sopra – è lontano parente di quello che tagliava le difese a Casale Monferrato anni fa. Salumu sarà decisivo da guardia titolare? Pettaway è il cavallo di ritorno ma è noto per essere tanto talentuoso quanto incostante e poco decisivo quando serve. Attorno tante scommesse, per una squadra che nelle poche gare di pre-season fino a ora ha mostrato di essere ancora un cantiere non aperto, di più, per poter essere valutata come “futuribile”.

Coach Carrera è stato miglior coach di A2 qualche anno or sono, ma la LBA è altra cosa; tradotto: altra scommessa. Insomma, la Orioria deve sperare che tutti questi punti di domanda diventi esclamativi e sperare che i leader designati giochino a buon livello per provare a uscire dalle sabbie mobili della lotta salvezza. Se tutto girerà bene, la storia potrebbe cambiare.