Provereste mai a nascondere un elefante dietro una palla da basket? Impossibile. Allo stesso modo in casa Virtus è impossibile provare a tenere i piedi per terra, o anche solo predicare una sana prudenza. Troppo ingombrante la sagoma di quell’elefante, uno dei giocatori europei più forti in assoluto, che risponde al nome di Milos Teodosic. Per la verità, la Virtus non si è limitata (eufemismo) a prendere una delle stelle top Eurolega, ma guardando bene, di elefanti ce ne sono diversi.


Coach Djordjevic (a proposito di stelle) avrà a disposizione un roster che nei nomi di Weems e Markovic, ma non solo, sembra di livello Eurolega piuttosto che di Eurocup. Arrivare in fondo in campionato sarà sicuramente uno degli obiettivi, ma quello che secondo noi è il vero sogno nascosto è di guadagnarsi un posto per la prossima Eurolega, arrivando fino in fondo in Eurocup.

Squadra: VIRTUS BOLOGNA
BT GRID: 1ª FILA – 3° POSTO
Roster: Frank Gaines, Alessandro Pajola, Filippo Baldi Rossi, Stefan Markovic, Giampaolo Ricci, David Reginald Cournooh, Vince Hunter, Kyle Weems, Stefan Nikolic, Milos Teodosic, Julian Gamble
Coach: Aleksandar Djordjevic (confermato)
Probabile quintetto: Teodosic, Gaines, Weems, Gamble, Hunter
La Stella: Milos Teodosic
Possibile Sorpresa: Frank Gaines


Strenght: Leggete il roster, questi sono i punti di forza. I nomi messi insieme dallo staff che fa capo a Zanetti sono così pesanti che ogni commento o riflessione tecnica sarebbe superflua. Anche il “secondo quintetto” ci sembra interessante. Scommettiamo che Cournooh troverà poco spazio nelle fantasie iniziali dei tifosi Virtus, ma molto spazio sul parquet e nelle scelte del coach.

Weaknesess: Dopo aver incensato in lungo e in largo il roster della Virtus, dobbiamo anche essere onesti: non è facile costruire dal nulla un nuovo quintetto (e un po’ di panchina) e sperare che “vada tutto bene”. Trovare un equilibrio non sarà semplice e farlo con la pressione di essere da subito una delle favorite nelle competizioni giocate complicherà il tutto. Teodosic fa sognare solo a pronunciarne il nome, ma è pur vero ce si parla di un suo inserimento ad ottobre inoltrato. Vendere sogni ai tifosi è quantomeno l’inizio di un percorso, ora però bisogna trasformare questi sogni in solide realtà (per dubbi citofonare Roberto Carlino).

Pietro Chierici