Prima vittoria dell’era Buscaglia. Vittoria con piglio giusto, sempre in controllo, con un piano partita chiaro e rispettato sino alla fine.
La Grissin Bon sblocca quello scomodo – ma assolutamente ancora non preoccupante – “0” in classifica e guadagna quel “boost” di energia e fiducia che solo una doppiavù ti inietta nel corpo.



Ecco i nostri Analytics del match del PalaDesio

11-5-10: punti, rimbalzi e assist di Gal Mekel. Lo aspettavamo tutti, con ansia. Ma – di contro – eravamo altresì certi che il precampionato giocato a singhiozzo, tra paternità e problema muscolare, era ovvio e lapalissiano avesse influito. Eccolo, il Mekel che conoscono tutti; che trascina i compagni con sicurezza e assist, che quando è il momento si mette in proprio e segna anche, che usa la testa e il talento. Da qui passava una parte del primo step di crescita di questa squadra ed è arrivato. Ora serve quella continuità di prestazioni che lo renderà leader della Grissin Bon e che ne accrescerà la fiducia anche agli occhi dei compagni. E dietro c’è un Peppe Poeta che il suo lo fa sempre egregiamente.



40: come i minuti nei quali la Grissin Bon ha giocato, giocato a basket, giocato con presenza mentale. Alla luce delle prime due gare, questo è stato un altro step che la squadra di coach Buscaglia ha messo in campo. Qualche momento down, ok, ma che ha seguito il flusso della partita e non è stato nulla di più di un passaggio fisiologico dei quattro quarti. Lo 0-10 iniziale ha tolto quella esuberanza che poteva rendere Cantù molto pericolosa. L’aver sempre risposto colpo su colpo alle folate dei padroni di casa ne ha stoppato la ricerca di fiducia e ritmo. Il secondo quintetto, nella prima parte di secondo quarto, ha pagato dazio, è stato palese, ma le rotazioni hanno permesso di tenere Reggio in gara e farvi rientrare chi fino a quel punto aveva faticato.

22: gli assist della Grissin Bon. L’avevamo detto: non aspettiamoci una squadra che tutte le settimane farà 20 assist o ne farà sempre 10. Aspettiamoci, invece, una formazione che di gara in gara esplorerà quel che servirà a far male all’avversaria, che siano gli uno contro uno di Johnson-Odom a Brescia o gli assist a raffica di una circolazione mirata a mandare sempre in affanno (o in ritardo netto) la difesa canturina, ieri sera. Mekel 11, Poeta 5, Vojvoda 3. Al PalaDesio c’è stato bisogno di questo e la Grissin Bon lo ha fatto, semmai domenica contro Cremona si vincerà con 10 assist. Questa è un’arma: Reggio sa segnare in isolamento o condividendo il pallone.