Esordio in NBA agrodolce per il “nostro” Nicolò Melli. Agro perché i suoi New Orleans Pelicans, ieri notte, sono usciti sconfitti dalla Scotiabank Arena di Toronto per 130 a 122 dopo un tempo supplementare. Dolce perché l’ex Fenerbache, in campo ben 19 minuti (complice anche l’infortunio al menisco che terrà Zion Williamson fuori per circa due mesi), ha messo a referto 14 punti (1/2 da 2, 4/5 da 3), 5 rimbalzi, 2 assist con un ottimo +11 di +/- (il più alto della propria squadra.



Melli è stato in campo anche in alcuni momenti clou della partita, compreso un segmento del decisivo overtime, dando la sensazione di poter ricoprire con profitto il ruolo di cambio delle ali soprattutto per l’eccellente dote di poter aprire il campo con il suo tiro da fuori. Un Sicuramente da rivedere l’impatto difensivo, in una lega dove anche gli esterni hanno taglia fisica importante, ma la (lunghissima) stagione NBA è appena iniziata e ci auguriamo che “Nick” possa trovare continuità sia di impiego che di rendimento.



I Pelicans torneranno in campo sabato 26 ottobre, debutto davanti al proprio pubblico, ospitando i Dallas Mavericks della coppia Doncic-Porzingis.