GRSSIN BON 96
VIRTUS 88
Parziali: 31-19, 58-41, 74-66

1′ Grissin Bon, nel periodo più nero della gestione Buscaglia, alla ricerca di una vittoria che sarebbe ossigeno puro butta nella mischia Pardon nello starting five insieme a Owens (panchina per Upshaw). Roma, che ha aggiunto l’indimenticato ex James White, vuole riscattare la sconfitta al fulmicotone contro la Reyer Venezia.

2′ Pigro Jefferson in difesa, non certo una novità. Reggio può e deve battere spesso il chiodo sull’ex Cantù.

3′ Roma lascia correre Reggio difendendo molto male: 9-1 Grissin Bon che, come sappiamo, se la gara rimane “pulita” è squadra temibile. Subito staffetta Owens-Upshaw.

4′ Molto attiva Reggio in attacco (5/7), soprattutto con l’intensità e con un buonissimo Pardon. Roma molto molto, molto morbida.

6′ Virtus per ora in vacanza in riva al Crostolo: 6 punti, 2/8 dal campo e 6 di valutazione.

7′ Jefferson però è una spina nel fianco (7-0 tutto del pivot USA) che insieme al compagno di reparto Alibegovic sono gli autori di TUTTI i punti capitolini.

8′ Notevolmente scesa l’intensità reggiana che apre alla rimonta romana. Ancora bene Pardon, 6 minuti di nulla di Upshaw che pare fuori dal gioco.

10′ Altro impatto positivo di Leo Candi (4+1+1). Reggio ne mette 31 in 10 minuti contro una Virtus che di fatto è solo Jefferson+Alibegovic.



11′ Bene ancora Candi, pure in cabina di regia. Roma continua nella sua mollezza diffusa. Squillo di Upshaw: coast to coast con schiacciata.

13′ Scendono le percentuali di Reggio che però è calata tanto anche in difesa. Il solito blackout potrebbe essere dietro l’angolo…

15′ Ancora in difficoltà David Vojvoda: continua la preoccupante involuzione, soprattutto realizzativa, del cecchino ungherese.

16′ Come non detto: 7 punti in fila di Vojvoda ridanno il +12 a Reggio. Speriamo l’abulia del magiaro sia finita.

17′ Upshaw continua a saltare sulle finte di tiro di Alibegovic: troppo morbida la difesa in single coverage dell’ex Andorra. I numeri dicono 9+8 per uno dei giocatori più in difficoltà del recente periodo nero reggiano.

19′ Clinic offensivo in post basso di Dererk Pardon (altisonante +19 di +/-), già in doppia cifra il lungo americano.

20′ Roma (che tira 2/12 da 3) lascia correre la Grissin Bon a piacimento e si becca 58 punti sul groppone (74 a 40 la valutazione totale). Film già visto ma, per ora, solo Reggio può battere Reggio…

21′ Riparte bene Reggio in difesa e la presenza di Pardon a centro area è manna dal cielo. Roma sempre alle corde.

24′ Reggio abbassa la guardia per due minuti e Roma torna subito a -13: allucinante come la Grissin Bon accenda e spenga inspiegabilmente la propria intensità.

26′ Roma ha chiuso completamente l’area a Reggio che ora fa fatica ad arrivare al ferro. L’intensità in difesa resta pericolosamente traballante (16 i punti già segnati dalla Virtus).

27′ -5 Roma: Buscaglia ha gettato anche Poeta nella mischia che purtroppo però sta facendo più danni della grandine.
EDIT: detto, fatto: bomba di tabella del capitano che tiene Reggio a +8.

28′ Bene la difesa dei lunghi reggiani su Jefferson, male invece il contenimento sul perimetro.

30′ Stoppata di Upshaw sul tentativo di schiacciata di Jefferson chiudono il quarto: Reggio ha concesso 25 punti a Roma che ha tirato 3/4 da 3 ma la “altalena psicologica” biancorossa rimane impronosticabile.



32′ Ancora ottima la difesa sui lunghi romani: Pardon è inamovibile (16 punti, 6/6 da 2, 5 rimbalzi e 22 di valutazione) e Upshaw (12+9 e 17 di valutazione) ha smesso di saltare sulle finte e provare a fare qualche scivolamento. E Jefferson-Alibegovic fanno molta meno paura…

34′ Due sciocchezze clamorose di Reggio rimettono nuovamente Roma in carreggiata: -4 Virtus. Ennesimo blocco mentale dei biancorossi.

35′ Reggio sparacchia da fuori e questa fa solo il gioco di Roma. Occorre più pazienza, è la Virtus che deve rincorrere non la Grissin Bon.

36′ 5 punti in fila preziosissimi di Upsahw ricacciano indietro Roma: 19+9 e 24 di valutazione per l’ala del Tennessee.

38′ Molto bene Owens (11+9) in questi momenti concitati e poco “puliti” del match. Buford, dopo i 17 punti dei primi 30 minuti, è fermo al palo: brava Reggio.

40′ Vittoria importantissima di Reggio che ritrova alcuni protagonisti (Upshaw e Owens su tutti) ma mostra sempre la solita e sinistra capacità di riempire il secchio del latte e calciarlo immediatamente.