Una tre giorni di lavoro incessante per i writer Neko e Marco Disagio che da domenica hanno iniziato un’opera che sta per concludersi. Un murales dedicato a Kobe Bryant e a Gigi, la figlia del campione dei Lakers tragicamente scomparsi a gennaio, nel playground della città che lui ha definito come “casa”.




I ragazzi che gestiscono da tempo il campetto cittadino hanno avviato i contatti con il Comune di Reggio per poter realizzare questo ricordo del “reggiano” Kobe in un luogo decisamente simbolico per i cestisti reggiani, invece che in un logo differente che la stessa Amministrazione cittadina aveva inizialmente scelto.

Ed ecco l’opera, che veglierà su tutti i giocatori che a decine affollano il playground ogni giorno per imprimere non solo nel cuore e nella mente il ricordo del fuoriclasse gialloviola.

E così a Reggio, dopo Piazza Kobe Bryant, in via Guasco, un secondo ricordo stavolta in stile street-art: “Reggio loves you”.