Poche ore alla gara contro la Virtus Bologna che potrebbe valere una insperata (alla vigilia) ma che sarebbe meritata (visto quanto espresso sul parquet) qualificazione alle Final Four della Supercoppa LBA che si disputeranno alla Virtus Segafredo Arena di Bologna dal 18 al 20 settembre.

La sfida contro la corazzata felsinea, la cui sua stella (tra le altre) Milos Teodosic, ha un  ingaggio quasi doppio rispetto al netto di quello della Unahotels 2020/21 al completo (costruita con circa 800-900 mila euro), sta facendo crescere l’entusiasmo in città.




A ieri si viaggiava spediti verso quote importanti di tagliandi venduti, con il traguardo dei 1000 che potrebbe essere raggiunto con la mattinata di prevendita di oggi (10-13 a Lo stoRE).
E questo dato sarebbe davvero un traguardo importante per la prima gara da “dentro o fuori” della truppa di coach Martino.

Vero, resta pur sempre la Supercoppa che sotto la maschera, per molte squadre, ha la faccia di una pre-season, ma Reggio ha meritato di potersi giocare questa sfida.

Con “coraggio e umiltà” come ha chiesto il suo condottiero Antimo Martino, che comunque vada questa sfida ha dimostrato di aver imboccato la strada giusta per l’approccio e la mentalità che sta riuscendo a infondere nei suoi giocatori.




Resta un Everest da scalare quello di stasera ore 18 (radiocronaca diretta su baskettime.it, Teletricolore e radioerre95.com) ma siamo certi che i tanti reggiani che hanno già scelto di esserci e quello che lo decideranno oggi, non resteranno delusi, perché questa Unahotels ha mostrato di avere già ben definita una caratteristica: non molla davvero mai.

E se il buongiorno di vede dal mattino lasciateci sorridere a priori, senza sapere come andrà in questo tardo pomeriggio settembrino. Anche se la scultura ha ancora da essere plasmata e cesellata ulteriormente, come normale che sia.