VENEZIA 95
REGGIO EMILIA 75
Parziali: 26-19, 54-39, 71-54

1′ Reggio, reduce da tre sconfitte consecutive, sale in Veneto per chiudere il proprio girone di andata e cercare di prendersi le Final Eight di Coppa Italia. Tutto ciò, assodati i ben noti problemi di roster, in attesa di poter abbracciare il neo arrivo Dominique Sutton (ex Trento e Brindisi) e finalizzare il probabile (grande) acquisto di Petteri Koponen (ex Virtus Bologna, Khimki Mosca, Barcellona e Bayern Monaco).

2′ Subito a zona 2-3 Reggio che è molto aggressiva sugli esterno lagunari, sporca il primo tiro di Watt. Reggio in campo con 4 esterni più Elegar. Già due falli per Leo Candi. Male.

3′ Buona circolazione di palla di Reggio che quando corre è una bellezza (3/3 da 2, “classico” 0/2 da 3).

5′ Devastante l’attacco Reyer (5/9), comincia a scricchiolare la 2-3 sui veloci ribaltamenti veneziani.

6′ I 4 esterni dietro proprio non pagano: già 4 rimbalzi offensivi della Reyer che domina in area (Watt 8+2). +10 Venezia.

8′ Tripla di Baldi Rossi. Reggio vive e muore col tiro da 3, soprattutto per consentire al quintetto con 4 esterni di venire spazzato via dalla fisicità della Reyer.

10′ Tanto, troppo talento della Reyer ma Reggio è sicuramente andata meglio con il quintetto coi due lunghi. Venezia avanti grazie anche ai secondi tiri generati dai 6 rimbalzi offensivi.




12′ Ancora la tripla dall’angolo di Baldi Rossi, che sta punendo tutti i rientri lenti dei lunghi della Reyer. Ripetiamo: quando Reggio corre è un piacere per gli occhi.

13′ Meraviglioso Brandon Taylor: 4/4 da 2 facendo impazzire un po’ tutti i suoi marcatori. Dietro Reggio ha già subito 4 triple a fil di sirena.

14′ 10+2+2 recuperi per un ottimo Baldi Rossi, spesso schierato da numero 5. Taylor (10+1+2+1 recupero) e l’ex Virtus stanno punendo tutti gli errori difensivi di Venezia.

16′ Watt (12+6) ingestibile anche per Elegar, punisce ogni giro a vuoto di Reggio. Altra prova opaca, ahinoi, di Josh Bostic (0 in troppe caselle statistiche).

17′ 8 rimbalzi offensivi e 9/15 da 3 della Reyer: se non vengono tamponate queste cifre per Reggio sarà buio pesto.

20′ Una squadra come la Unahotels non può concedere 54 punti in 20 minuti, al di là delle percentuali senza senso della Reyer (11/19 e 10/16).

23′ 4-0 di Reggio aumentando la presenza sotto i tabelloni (Elagar e Baldi Rossi 5) e spingendo con Taylor. Venezia naviga a vista e controlla il vantaggio.

25′ 15/22 da 2 per Reggio, ormai canonico 2/13 da 3. Il problema sono le percentuali di Venezia. Bostic adesso è davvero un caso.

27′ Obiettivamente poco da commentare. Reggio pare averla già “data su”: Venezia a +20 con il minimo sindacale.

30′ Ben vengano Sutton e Koponen, perché gli 8 giocatori ad oggi disponibili sono molto, molto, molto sulle gambe. Impossibile pensare di competere con questo roster.




33′ Senz’altro ottima la prova di Baldi Rossi (17+5+2). Insieme a Taylor (12+3+4, pazzesco come continui ad essere così poco tutelato dagli arbitri italiani…) per distacco i migliori biancorossi di serata.

35′ 6+5 di Momo Diouf, assolutamente spazzato via da Watt, ma ancora in crescita dal punto di vista di letture offensive e posizionamento in campo.

37′ 37-27 i rimbalzi pro Venezia: sicuramente sarà manna dal cielo l’arrivo di Dominique Sutton, ala versatile e dalla fisicità elevatissima. Doti che a questa Unahotels difettano fa tempo.

40′ 14 assist e 10 perse per Reggio: interessante, se andrà a buon fine, l’aggiunta di Petteri Koponen in termini di leadership e tempi di gioco. Una mano agli esterni serve dai tempi del taglio di Blums.