MILANO 102
REGGIO EMILIA 73
Parziali: 31-18, 62-36, 82-58

1′ Reggio inizia il girone di ritorno contro la capolista Milano con quattro sconfitte consecutive sul gruppone e la novità Dominique Sutton. L’ex Trento e Brindisi fa il suo esordio in biancorosso nel momento più complicato della stagione reggiana. In attesa dell’inserimento (graduale, come anticipato nella nostra trasmissione dall’AD Dalla Salda) di Petteri Koponen.

2′ Tripla dall’angolo di Bostic: neanche il ferro. Dove eravamo rimasti?

3′ Funziona a meraviglia invece Baldi Rossi, soprattutto quando si apre sul perimetro. Subito dominante dentro l’area Frank Elegar.

5′ Milano è una macchina da guerra (11 in 5 minuti con 3/3 da 3) guidata da un fenomenale Sergio Rodriguez (6+2+2 e 10 di valutazione). Già 5 perse della Unahotels.

6′ 20-5 Milano. Reggio sta facendo da sparring partner per un allenamento.

7′ Due triple in fila di Kyzlink su un paio di dormite meneghine dopo il pick and roll con Elegar. Di là si va a memoria…

9′ Zona 2-3 di Milano, persa immediata di Baldi Rossi. Lo scontro è impari ma la Unahotels ha l’intensità di una gara di CSI.

10′ Reggio tira bene (6/10) ma le 6 perse e la mollezza con la quale difende sono le chiavi dell’attuale -13.




12′ 7/12 da 2 e 7/8 da 3 le cifre dell’Olimpia: se concedi questi numeri al Forum non vinci neanche per sbaglio. Rientrato Rodriguez (9+2+4): +19 con un filo di gas.

14′ Doppia tripla di Reggio che però stavolta ha riempito bene l’area in difesa con Sutton e ha potuto correre e creare tiri rapidi in transizione. A scriverlo pare facilissimo…

15′ Primo canestro di Sutton (bellissimo fade away dal post basso) per il -11 ma, ribadiamo, passa tutto dalla difesa e dalle percentuali concesse all’Olimpia.

17′ Sembra essersi scossa dal punto di vista di energia e intensità, fermo restando che Milano può accelerare e rallentare a piacimento.

19′ Uscito Sutton è ritornato il buio: 16-2 Milano in meno di 4 minuti. Reggio ha più palle perse (14) che canestri dal campo (13).

20′ 62 punti dell’Olimpia. SESSANTADUE. Incommentabile, inguardabile ed incomprensibile la Unahotels. Nulla da aggiungere.

22′ conta nulla, ci mancherebbe, ma ormai è inutile constatare come gli arbitri adottino un milione di metri diversi all’interno della medesima gara.

23′ Meglio la Unahotels in difesa dove se non altro i piccoli non si fanno battere sistematicamente sul primo passo.

25′ Finita la carica di energia Unahotels. Altre 4 perse e nuovamente dimenticati i tiratori Olimpia negli angoli. Nuovamente -26.

28′ Sutton ci mette energia, decisamente troppa, e Milano se ne va a +30. 105 a 40 il dato impietoso della valutazione.

30′ Milano, in un quarto meno incisivo per intensità, ne segna 20. La Unahotels aggiunge altre 7 palle perse e arriva a VENTUNO (il record stagionale spetta alle 29 di Venezia).




32′ Partita finita al 6′ minuto ma ora è puro garbage time. E Reggio ne sta uscendo sbranata viva anche dalle terze linee meneghine.

34′ Punti dalla panchina: Milano 50, Reggio 21.

35′ 24 palle perse Unahotels. Nuovo record stagionale dopo le 23 nella disfatta di Pesaro.

37′ Dal punto di vista offensivo da segnalare i 18 punti, con un solo errore dal campo, di Leo Candi ma anche il capitano è stato gravemente insufficiente nella propria metà campo.

40′ 17/31 da 2 e 11/18 da 3 per la Unahotels che però ne ha subiti 102