TRIESTE 83
REGGIO EMILIA 85 d.t.s
Parziali: 17-18, 40-33, 55-48, 70-70

1′ Reggio, dopo l’ennesima vittoria in FIBA Champions League, sale a Trieste per cercare di interrompere la striscia di due sconfitte consecutive. L’Allianz, terza in classifica, cerca conferme dal proprio ottimo campionato. Coach Caja senza capitan Candi, problema a una caviglia, mentre coach Ciani dovrà fare a ,meno dell’ex di giornata Alessandro Lever, per un problema a un ginocchio.

3′ Mani glaciali da fuori per entrambe le squadre, Reggio al momento vive delle invenzioni di Cinciarini che si sta prendendo molte responsabilità offensive.

5′ Reggio già in bonus che soffre terribilmente il pick and roll con Delia da bloccante.

6′ 4 punti di Delia su due errori di Diouf sul roll dell’ex Virtus. Ritmi bassissimi non proprio congeniali ai reggiani.

8′ 1/6 da 3 per Reggio, 0/3 di Cinciarini. Poca pazienza per l’attacco reggiano che tende a prendere sempre il primo tiro che la difesa le concede.

10′ Solo 3 assist per l’attacco reggiano, assai inusuale. Fa tanto la capacità di addormentare il gioco da parte dell’Allianz che ha in Delia (8+3+1) la spina nel fianco biancorosso.




12′ Aumenta la condizione di Baldi Rossi che torna ad essere quel giocatore utile ed efficiente dei bei tempi che furono. Al netto dei numeri…

14′ 6-0 Trieste che buca anche la 2-3 reggiana. Difende bene la Unahotels che però mostra i soliti limiti offensivi quando Cinciarini non è in campo a mettere in ritmo i compagni.

16′ 2/10 da 3 punti Unahotels che fa una gran fatica a fare canestro. Al momento serata abulica dei lunghi (5 punti in coppia per Hopkins+Johnson) con l’aggiunta di un Cinciarini fermo a 1 solo assist.

18′ Altra tripla corta di Cinciarini (0/4 per il 2/11 di squadra), ad occhio e croce decisamente in debito di energie, che apre la strada a quella a segno di Cavaliero. Prosegue l’abulia offensiva reggiana.

20′ Brutto finale di quarto di Reggio che ha messo insieme una sequela di scelte offensive rivedibili (eufemismo) accanto a un paio di difese praticamente inesistente. Continua a pesare la poca precisione ai liberi (6/12) di pari passo con le mani gelide da fuori (3/14).

22′ Graziulis stoppa Hopkins che prova a chiudere un bel roll al ferro: la fotografia della serata opaca del lungo americano. Funziona molto meglio la metà campo difensiva ma i limiti offensivi della Unahotels sono evidenti.

24′ Banks, in ritardo, comincia a macinare falli e tiri liberi. Pesa la rotazione corta dei biancorossi ma la fatica a fare canestro è forse ancora peggiore.

26′ Unahotels che offensivamente è solo Olisevicius (16 punti su 43 di squadra). Come spesso ha fatto notare anche coach Caja, se tutti non danno il proprio contributo è difficile pensare di poter portare a casa vittorie.

28′ Continua a tirare da fuori Cinciarini passando dietro al blocco del compagno: siamo a 0/5. Continua invece a essere una sentenza dai 5 metri Momo Diouf (7+3).

30′ Ennesima bruttissima gara di Thompson che non ne imbrocca davvero mezza: 2 punti e 2 perse in 22 minuti per l’ex Stella Azzurra. Manca tantissimo un esterno con punti nelle mani.




32′ Squillo di Hopkins e tripla di Thompson: provano gli USA Unahotels a far sentire la propria presenza. Aspettando sempre Crawford e Johnson…

34′ Si alza l’intensità difensiva reggiana che approfitta dell’assenza in campo di Banks e Delia. Continuano a fare specie i soli 8 assist globali dei reggiani.

35′ Trieste in rottura prolungata, Reggio seppur in una brutta serata offensiva piazza quelle due o tre giocate di pura esecuzione che la rimettono sui binari della gara. 12-6 il parziale pro Unahotels.

36′ 4-0 Trieste spento dalla bomba (finalmente!) di Cinciarini dopo un buon attacco biancorosso. Salgono le percentuali offensive, diciamo: finalmente!

37′ Reggio concede a Trieste ben tre rimbalzi offensivi che alla fine valgono il +8. I 4 falli di Hopkins pesano ma l’energia biancorossa sembra in pericolosa riserva.

39′ Olisevicius continua a essere l’inizio e la fine dell’attacco reggiano: season high a quota 26 per il lituano. 70 pari.

40′ Hopkins (1/5 da 2) stampa sul ferro il tiro della vittoria: supplementari.

41′ Trieste si ricorda di tornare da Delia (14+8) e sono 2 facili: rebus irrisolvibile il lungo argentino per la difesa reggiana.

42′ 10/17 ai liberi per la Unahotels: spada di Damocle notevole per i biancorossi.

43′ Tripla di Crawford che di là si prende un gran sfondamento: giocate fondamentali per la combo Unahotels, fin qui non proprio scintillante…

44′ Dopo un 1/7 da 3 cosa sarà mai prendersi l’ottava e metterla a segno? Parole e musica di Andrea Cinciarini che prova a mettere una pietra tombale su Trieste. +7 Unahotels.

45′ Banks lascia sul ferro il canestro dell’ennesimo pareggio. Un monumentale Olisevicius e le giocate di Crawford e Cinciarini valgono la prima vittoria della storia reggiana in terra giuliana.