Reggio sarà di scena domani alle 20.45 contro Venezia senza Della Valle ma coach Menetti predica fiducia e concentrazione.

Fiducia e coscienza dei propri mezzi pur convivendo con l’emergenza. Questo il sunto del pensiero di coach Max Menetti a poco più di 24 ore dalla sfida ai campioni d’Italia in carica della Reyer Venezia.

Gara che, come sappiamo, la Grissin Bon affronterà senza il suo leader Amedeo Della Valle fermato dal riacutizzarsi di un dolore alla spalla dopo la partita di mercoledì. L’infortunio sarà rivalutato, tramite tac, già nella giornata di domani. La guardia piemontese ha già iniziato le terapie e intrapreso il percorso riabilitativo per recuperare in vista dell’importantissima gara di Eurocup di mercoledì prossimo contro il Liektabelis.


La squadra partirà in queste ore per Mestre, svolgerà il consueto allenamento di rifinitura nella mattinata di domani per poi far rotta verso il Taliercio. “Archiviamo la gara di Istanbul, dove i ragazzi hanno giocato una buona partita fino agli ultimi 5 minuti, quando è mancata la solidità necessaria per impedire al Gala di prendere il largo. Ci affacciamo alla trasferta veneziana con l’aggravarsi dell’emergenza ma la fiducia che le ultime gare ci hanno dato.” – chiosa il coach biancorosso – “Davanti avremo una formazione di alto livello, reduce da due sconfitte all’ultimo tiro e da un periodo poco brillante complici diversi infortuni (ultimo quello non banale di Michael Bramos, n.d.r.), ma pur sempre temibile e attrezzata per arrivare in fondo.”

“Mi piacerebbe che la squadra continuasse a costruire e prendersi i tiri che purtroppo non stiamo realizzando con continuità. Bisogna però limitare quei cattivi attacchi che ci portano spesso a forzature e palle perse che sono costate care sia contro Milano che contro il Galatasaray.” – prosegue coach Max Menetti“Purtroppo è un momento in cui l’inserimento dei nuovi è condizionato dalla sequela di infortuni ma ciò non deve creare alibi, anzi, deve aiutare ad alzare ulteriormente l’asticella delle prestazioni.”


Le ultime battute del coach sono per il periodo complicato che sta attraversando Federico Mussini: “Ad Istanbul credo abbia giocato una delle gare più positive di questa sua stagione. Da lui, che è un reggiano doc, mi aspetto capisca il momento difficile che stiamo vivendo e migliori, come contro i turchi, approccio, aggressività e cattiveria.”