GRISSIN BON 73
HAPPYCASA 77
Parziali: 22-19, 40-41, 59-53

1′ Niente da fare per capitan Cervi, lo staff non lo ritiene ancora al 100%, che si accomoda in tribuna con Llompart e Nevels.

3′ Reggio come sempre parte molto molle in difesa e concede conclusioni troppo facili ai talentuosi colored pugliesi. In questo senso, protagonista in negativo è Jalen Reynolds (subito 2 falli).

4′ Altro leit motiv delle ultime settimane: entra Julian Wright ed inizia la gara di Reggio.

6′ Altro inizio di gara complicato per Chris Wright che fatica enormemente a trovare il ritmo gara. Altra nota stonata di questo inizio, Amedeo Della Valle: braccato in attacco (come spesso accade) e piuttosto pigro in difesa.

8′ Reggio è solo Julian Wright: 10 punti e un vero e proprio clinic di pallacanestro per il lungo biancorosso che sta facendo impazzire Lalanne e Oleka.

10′ Brindisi chiude in vantaggio 22 a 19 contro una Reggio troppo svagata, soprattutto in difesa. Un monumentale Julian Wright tiene a galla la barca.



12′ Brindisi è la classica squadra di coach Vitucci che ti fa giocare male e ti spezza sempre il ritmo: esattamente quello che sta succedendo sul parquet del Bigi. Reggio in 2 minuti ha già 4 falli.

14′ Reggio, sicuramente appannata e poco brillante, si innervosisce ulteriormente grazie anche ad una terna arbitrale abbastanza “confusa”. Brindisi arriva al ferro con disarmante facilità. Reggio ha 19 di valutazione totale che è quella del solo Julian Wright.

18′ Partita brutta, sporca e con tanti contatti. Ancora male la terna ma Reggio, oltre Wright (17), sembra ancora sotto le coperte.

20′ Reggio va all’intervallo sotto di 1 lunghezza (40-41) ma lo spettacolo offerto dai biancorossi è stato ben al di sotto della sufficienza. Sontuoso Julian Wright, discreto James White; il resto è stato da mani nei capelli.

22′ La serata horror di Chris Wright e Della Valle continua ma di certo i compagni non li aiutano: errori in serie per i biancorossi che hanno la fortuna di avere davanti un avversario che non sta sfruttando le palesi lacune reggiane.

24′ Classica 3-2 match up per Reggio: recupero White, assist Chris Wright, tripla di Della Valle. Se son rose…

26′ Il primo squillo offensivo di Chris Wright coincide con un mini allungo reggiano (+5 sul 51 a 46). Partita che rimane brutta, come il body language dei reggiani, ma la posta in palio resta molto alta.

27′ Benissimo James White, unica spalla credibile a Wright: 16+5+6 falli subiti per “Flight”.

30′ All’ultimo mini intervallo di una partita eufemisticamente brutta Reggio comanda 59 a 53: in una serata a tratti sciagurata questo +6 vale più dell’oro. Brindisi non molla e sarebbe essenziale non averla attaccata fino ai minuti finali.

32′ Scott Suggs l’immarcabile: il folletto di Vitucci è una vera e propria spina nel fianco su tutto il campo. Una sua tripla vale il -1 Brindisi.

34′ Importante la presenza fisica di James White, soprattutto in post basso. Suggs in difesa è l’ombra di Della Valle, che in questa partita proprio non vuole entrarci.

36′ Un negativo Reynolds, con un ingenuo fallo, concede a Brindisi l’ennesima occasione per restare a contatto: 2+1 di Smith e -1 HappyCasa.

38′ Tripla di Smith, in una serata brindisina da 4/15 oltre l’arco, porta avanti la HappyCasa. Reggio è ripiombata nella mediocrità, soprattutto offensiva, e ora come previsto la situazione è davvero complicata.

40′ Un arbitraggio GRAVEMENTE INSUFFICIENTE, proprio nelle decisive battute finali, consegna la vittoria a Brindisi. Questo però nulla toglie alla pessima prestazione della Grissin Bon che stecca nella partita forse più importante di questo momento della stagione.