Bmr a caccia della vittoria perduta. Dopo sei ko di fila, l’ultimo domenica in casa contro Faenza, la squadra di coach Eliantonio viaggia alla volta della Lombardia, dove stasera alle 20,30 affronta la Lissone Bernareggio.



Un test importante per cambiare rotta e rilanciarsi in classifica: il primo obiettivo dei bianco-rosso-blu, oltre a sbloccarsi, è quello di allontanare l’ultima piazza, sinonimo di retrocessione diretta, e Costa Volpino – fanalino di coda del torneo – è distante due sole lunghezze, per cui è bene cominciare a mettere fieno in cascina. In secondo luogo – seppur l’assenza di Pugi sia una spada di Damocle non indifferente (Germani, acciaccato, stringerà invece i denti e sarà della contesa) – occorre proseguire con l’amalgama del gruppo, per crescere a livello collettivo e sopperire di squadra – e non individualmente – alle difficoltà che si presenteranno sul percorso. Il match d’andata vide Bernareggio imporsi 69-61 al PalaRegnani, nonostante i 29 punti di Motta.

GLI AVVERSARI

Gli avversari di giornata arrivano alla sfida dopo due successi di fila, conquistati con Crema e ad Olginate. Il punto di riferimento in attacco è Davide Bossola, lungo classe 1990 che colleziona 13,9 punti di media e all’andata decise la contesa con 21 punti.



Nell’ultimo turno ha esordito sotto i tabelloni anche il centro Lorenzo Petrosino, proveniente da Perugia, che ha messo a segno 9 punti e porta in dote solidità, lavoro “sporco” e rimbalzi; l’altro atleta in doppia cifra a livello di punti realizzati è il play Thomas De Bettin, che ne porta in dote 11,8 ad allacciata di scarpe, mentre la guardia Giacomo Baldini, classe 1996, si ferma a 9,8. Completa il quadro Eric Ruiu, ala/centro classe 1996, atleta da 9,3 punti e 5,6 rimbalzi di media.