GRISSIN BON REGGIO EMILIA 72
UCAM MURCIA CB 74
Arbitri: Azami, Tallon, Tirozzi
Parziali: 11-23, 32-43, 47-63

Una Grissin Bon in chiaro scuro quella che è scesa in campo nella gara di presentazione della squadra alla città contro gli spagnoli di Murcia. Sicuramente le assenze (Llompart, Mussini e Gaspardo sempre ai box) stanno avendo un peso specifico importante nel ritardo della costruzione del nuovo gruppo ma quello che più non ha convinto è stato l’approccio molle e svagato che i reggiani hanno tenuto per gran parte della gara. Sicuramente Murcia è più avanti (esordirà settimana prossima in casa di Andorra, nuova squadra del “nostro” Michele Vitali) ma forse ci si aspettava un livello più alto di reattività.
Trattasi di semplici campanelli d’allarme, l’esordio interno contro Sassari è datato 7 ottobre, sia chiaro e tempo per migliorare e migliorarsi senz’altro c’è, il classico testa bassa e lavorare che sicuramente un concentratissimo coach Cagnardi attuerà in questi giorni.

Sicuramente una nota lieta della gara di stasera è quella della più che confortante prestazione di capitan Riccardo Cervi che ha mostrato uno smalto invidiabile ricordando un po’ a tutti la differenza che c’è tra averlo o meno in campo. Discreta prova, nonostante le cifre, di Spencer Butterfield sicuramente penalizzato dall’assenza di un creatore di gioco come Pedro Llompart ma capace di creare spesso qualcosa di buono per se o per i compagni.

Parlando di quello che non è andato sicuramente l’attitudine difensiva di tutta la squadra che ha concesso tanto, perfino troppo agli spagnoli soprattutto dal pick and roll che nel primo tempo ha messo in ginocchio i biancorossi. Per la prima volta in questa pre stagione male anche Ricky Ledo che ha tirato tantissimo, spesso mandando fuori giri sia lui che i compagni. Deficitaria infine, la percentuale al tiro (soprattutto da tre) figlia però delle poche idee offensive e delle armi limitate a disposizione di questa versione incerottata della Grissin Bon.