Terzo appuntamento con la BT Grid 2020/21 dove entriamo nella zona calda, quella playoff e delle squadre che – assieme ad alcune formazioni tra 9° e 12° posto, si giocheranno la post season in una classifica che a quelle latitudini promette di essere davvero equilibrata e imprevedibile. Alcune di essere, invece, guardano la prima fila con tanto interesse.




2° FILA


8° POSTO
OPENJOBMETIS VARESE
ROSTER: lo scossone dell’addio non senza qualche fuoco d’artificio di Attilio Caja fa parte di quelle situazioni che o ti gira la stagione o te la affossa. Siamo tutti curiosi di cosa potrà fare una squadra che ha scelto di dare le chiavi in mano alla superstar Luis Scola e che lo ha contornato di talento e atletismo nei lunghi, seppur all’esordio in A come Anthony Morse. Douglas è la star in un reparto esterni per il resto da scoprire.
STELLA: Luis Scola. Superstar del basket mondiale lui cui carta d’identità però recita “40”.
POSSIBILE SORPRESA: Giovanni De Nicolao. Il fratellino del DeNick che ha vestito anche il biancorosso Pallacanestro Reggiana vuole crearsi una carriera dopo gli anni di college USA.




7° POSTO
HAPPYCASA BRINDISI
ROSTER: diciamo la verità: tra 11°e 7° potremmo interscambiarle e forse ci beccheremmo uguale, ma Brindisi ha assemblato un roster in maniera oculata e svoltando dopo l’epopea Banks e senza John Brown. Non semplice. Squadra che in Supercoppa ha mostrato di essere intensa e tosta. A volte questo conta più del talento, che c’è sia nello spot di play (Thompson e Harrison) che attorno ad esso, seppur non debordante.
STELLA: D’Angelo Harrison. Voglioso di affermarsi definitivamente in Europa dopo cinque anni, Harrison ha le doti che ci paiono perfette per essere la guardia di una squadra di coach Vitucci.
POSSIBILE SORPRESA: Mattia Udom. Alla prima esperienza in A, l’ex Siena ha già fatto intravedere di metterci voglia e intensità. E questo gli varranno minuti; sta a lui sfruttarli.

6° POSTO
LAVOROPIU’ FORTITUDO BOLOGNA
ROSTER: Grandi investimenti pre la truppa del presidente Pavani, che giocherà anche in Europa e vuole riportare la F a giocarsi le zone alte della classifica. L’MVP dello scorso campionato (Banks) con il miglior centro (Happ) con realizzatori affermatissimi (Aradori) e giovani che ci mettono voglia e intensità (Fantinelli). Tanto passerà dagli altri USA (Fletcher non ha convinto, per ora) e dall’abnegazione di tutti nel rendere una squadra dal talento spaventoso in una capace anche di difendere, soprattutto a certi livelli.
STELLA: Adrian Banks. Viene dalle migliori annate della sua carriera e in una piazza come la F sembra il classico topo nel formaggio.
POSSIBILE SORPRESA: Leonardo Totè. A Pesaro aveva già mostrato di essere in ascesa enorme, ora ha responsabilità e una squadra vincente. Ci aspettiamo il definitivo salto.

5° POSTO
GERMANI BASKET BRESCIA
ROSTER: Talento, esperienza, profondità. La squadra di coach Esposito ci piace tanto perché incarna, almeno sulla carta, proprio il suo allenatore. Crawford è stato MVP del campionato due anni or sono. Attorno a lui giocatori di esperienza europea, di taglia fisica e di impatto comprovato. Sotto canestro forse gli unici punti interrogativi, non di dubbio ma di curiosità.
STELLA: Drew Crawford. Torna in Italia per la terza volta dopo Cremona e una comparsata a Milano e vuole tornare a essere il migliore.
POSSIBILE SORPRESA: Giordano Bortolami. Milano lo ha girato a Brescia per accelerare la crescita. E di talento ha dimostrato di averne che metà basta.