Vittoria e prestazione convincente. La Unahotels si riprende immediatamente dalla scialba gara contro Brindisi e dimostra che la stessa ha rappresentato un mero incidente di percorso, ma il trend della formazione di coach Antimo Martino è certamente positivo.




Nella vittoria di ieri alla Segafredo Arena c’è esattamente quel che si era visto nelle nove sfide precedenti (Happycasa a parte, come detto).

Ecco i nostri Analytics.

44: i rimbalzi della formazione reggiana. Contro i 37 di una corazzata fisica e atletica come la Virtus, questo dato è…un super dato. 17 di questi sono degli esterni e 5 di un Momo Diouf che ieri sera ha giocato una partita di una solidità e attitudine difensiva pazzesca (capitolo a parte) e ha dato tantissimo in questo fondamentale. A dimostrazione che un rimbalzo catturato non è solo “colpa” o “merito” dei lunghi ma di squadra. La Unahotels ieri sera è stata squadra in ambo i lati del campo, dominando la Virtus ad eccezione dei primi 7′ di gara.

5-16: rimbalzi e minuti di Momo Diouf in campo. Beh, se ieri sera non avete visto la gara di Momo (e per visto, si intende “letto”), forse eravate distratto dall’orgasmo di emozioni. Il lungo reggiano è stato un fattore in difesa, ha lavorato in contenimento, ha difeso, ha preso rimbalzi, ha lottato. In attacco siamo ancora all’ABC delle letture e posizionamento, ma chi se ne frega, diciamolo chiaro e tondo. Se le gare di Diouf iniziano a essere queste, prima o poi il tiro entrerà, perché ha sempre fatto canestro e non si disimpara in due mesi. Andatevi a vedere quanti tiri ha alterato, quanti rimbalzi decisivi per il momento del match ha preso e quante volte ha fatto un semplice passo di adeguamento difensivo che ha tolto ritmo all’attacco virtussino. Attitudine. Quando le letture sono ancora ondivaghe certe cose le fai perché le hai.




18-7-25, +19: Filippo Baldi Rossi, punti, rimbalzi, valutazione e +/-. Tutto qua. Una partita da “Stonerook” qualcuno l’ha definita. Ecco, non sappiamo se il paragone calzi ma la sostanza è quella: fare le cose giuste quanto occorre. Ieri l’ex Virtus ha fatto a fette la sua ex squadra con scelte, letture, punti, presenza e leadership. Questa è una grande gara, ma davvero grande. Perché certe partite vanno lette anche e soprattutto parametrando chi hai di fronte.

Se Johnson ancora una volta non ci ha convinto, l’apporto di Baldi-Rossi ci ha cancellato ogni patema.