domenica, Giugno 23, 2024
HomeNewsDavis e Prince brillano ma è LeBron il salvatore dei Lakers nel...

Davis e Prince brillano ma è LeBron il salvatore dei Lakers nel thriller con i Clippers

In una sfida che ha fatto esplodere di entusiasmo i tifosi, il re del parquet, LeBron James, ha elevato il suo regno al di sopra della città degli angeli, guidando i suoi Los Angeles Lakers alla vittoria in un derby infuocato contro i Clippers. Con 25 punti messi a segno, 8 rimbalzi catturati e 7 assist distribuiti, il “Prescelto” ha messo in scena una performance da autentico fuoriclasse, trascinando la sua squadra a interrompere una serie nefasta di 4 sconfitte consecutive. Il punteggio finale, 106-103, è la fotografia di un match al cardiopalma.

La tensione era alle stelle quando Norman Powell, con in mano il possibile destino del match, ha lasciato volare la tripla del potenziale pareggio. I cuori dei tifosi si sono fermati, ma il destino ha sorriso ai Lakers: palla fuori, e gialloviola in festa! Powell, che aveva già segnato 14 punti, si è visto negare l’epilogo da eroe proprio sul più bello.

Non solo re LeBron, anche Anthony Davis ha messo il suo sigillo sulla partita, con una doppia doppia da vero gladiatore: 22 punti e 10 rimbalzi. Ma l’eroe inaspettato è stato Taurean Prince, entrato a gamba tesa nella leggenda con una tripla decisiva a soli 70 secondi dalla fine, chiudendo con 13 punti che sapevano di vittoria. E che dire di D’Angelo Russell, uscito dalla panchina con la freddezza dei grandi campioni per aggiungere 13 punti e 6 assist al bottino dei Lakers?

LeBron James non ha ancora smesso di entusiasmare

Le parole di LeBron risuonano come un presagio: questa vittoria non è solo un successo, ma una catapulta verso l’alto, un miglioramento da cui ripartire, nonostante le ombre di un passato recente non troppo lusinghiero. Eppure, questa partita non cancella i dubbi, le prestazioni altalenanti che hanno caratterizzato le ultime uscite dei Lakers.

Coach Darvin Ham, benché abbia assaporato il dolce gusto del trionfo in questo derby, sa bene che il suo posto non è ancora al sicuro, e che la strada per consolidare la sua posizione è ancora lunga e disseminata di ostacoli. La schiacciata di LeBron su Paul George, seguita da un fallo e un tiro libero aggiuntivo, è l’immagine che resterà impressa nei ricordi, ma è il futuro che conta ora.

E mentre l’eco della vittoria rimbomba ancora nelle orecchie dei tifosi, i Lakers si trovano sempre in una posizione scomoda: decimi nella classifica della Western Conference con un record che fa riflettere, 18-19. Come in un’epica battaglia, c’è ancora molto da fare, e la metà della regular season appare come il terreno su cui cimentarsi per risalire la china. Ogni tifoso sa che ora è il momento di stringere i denti e combattere per ogni singolo punto, in una Western Conference che non perdona e che promette scintille.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments