Home News D’Angelo Russell, il playmaker indomabile: brillante nonostante le voci di scambio

D’Angelo Russell, il playmaker indomabile: brillante nonostante le voci di scambio

0
33
D'Angelo Russell (Instagram)
D'Angelo Russell (Instagram)

Incredibile ma vero, signori e signore del mondo del calcio! Colpite i timpani e tenetevi forte perché ciò che sta succedendo sui campi da basket è di un’emozione che solo il calciomercato può rasentare! Parliamo di lui, il playmaker che fa tremare i tabelloni e scuote le voci di mercato: D’Angelo Russell! Questa stella dei Lakers è tornata a brillare nel quintetto base con una prestazione da urlo, nonostante il mercato lo voglia altrove.

Con una media di 27 punti da quando è rientrato nei Lakers, Russell ha zittito ogni voce di mercato con prestazioni stellari, e proprio ieri sera a Portland ha dato spettacolo. Non è un segreto che ogni volta che la squadra affronta una sconfitta, il suo nome finisce sul banco delle possibili cessioni. Ma Russell, con la freddezza di un vero campione, fa orecchie da mercante.

Il playmaker ha fornito una prova da incorniciare, tanto che Darvin Ham, il mister, non ha potuto fare a meno di tessere le lodi del suo giocatore. E quando anche un gigante come LeBron James sottolinea le doti di playmaking del compagno che può cambiare il ritmo di gioco all’improvviso, capite che non stiamo parlando di un giocatore qualunque.

Mettiamoci comodi e analizziamo i numeri di questa forza della natura: 34 punti con 14/21 al tiro, 6/11 da tre punti, 8 assist e nessuna palla persa. E per chiudere in bellezza, due stoppate a suggello di una serata da incorniciare.

D’Angelo Russell segue una mentalità vincente

Russell ha danzato sul parquet lasciando Scoot Henderson nella polvere, incapace di tenere il passo con le sue accelerazioni verso il canestro.

Russell stesso ammette di non scendere in campo con l’intenzione ossessiva di segnare, ma piuttosto con la mentalità di essere aggressivo e sfruttare gli spazi lasciati dalla difesa avversaria. E questa aggressività paga, soprattutto quando è necessario integrarsi con mostri sacri come James e Anthony Davis.

Parliamo di un ritorno al quintetto base che si è tradotto in una pioggia di punti: più di 27 di media nelle ultime cinque gare, e una precisione da oltre l’arco che sfiora il 54%! Tutto questo mentre il calciomercato sussurra il suo nome vicino alla scadenza per le cessioni. Le sue prestazioni non fanno altro che alzare la sua quotazione. Sarà una mossa per farlo desiderare da altre squadre o un modo per convincere i Lakers a tenerlo stretto?

Russell, nel frattempo, sfoggia un sorriso da campione. Riconosce di avere un superpotere, proprio come tutti gli altri nel campionato: una striscia positiva che gli permette di infiammare la partita con una raffica di punti quando più serve. E questo, amici del pallone, è il segreto di un giocatore che sa essere decisivo nei momenti chiave, rendendolo insostituibile sul parquet come nelle fantasie dei direttori sportivi. Che spettacolo, che giocatore! D’Angelo Russell, ricordate questo nome!