HomeNewsIl coraggio di Polonara: la lotta contro il tumore e il sogno...

Il coraggio di Polonara: la lotta contro il tumore e il sogno scudetto con la Virtus

Achille Polonara, stella luminosa nel firmamento del basket italiano, ha recentemente aperto il suo cuore in una sincera intervista rilasciata a La Repubblica. Il coraggioso giocatore ha toccato un argomento delicato e personale, la sua battaglia contro il tumore al testicolo. Ha condiviso che, sebbene non sia ancora guarito al cento per cento, si tiene sotto costante monitoraggio con esami ogni sei mesi. La possibilità che il tumore torni, dopo le sedute di chemioterapia che ha affrontato, è molto bassa. Polonara ha descritto le lunghe ore di trattamento, dalle 8 del mattino fino alle 15, un tempo interminabile in cui rimaneva agganciato a tubicini che gli somministravano diversi liquidi, tra cui cortisone e antiemetici per prevenire la nausea. Un racconto che evidenzia la sua forza e determinazione nel superare questa prova della vita.

Passando dalle sfide personali a quelle professionali, Polonara si è espresso sulla sua squadra, la Virtus Bologna, sottolineando l’eccezionale stagione che sta vivendo sia a livello europeo sia in patria. La Virtus si trova in cima alle classifiche, e Polonara, con occhi brillanti di ambizione, ha definito i suoi obiettivi personali.

Polonara ha ancora grandi ambizioni

Dopo aver riconquistato un posto di tutto rispetto nella Nazionale azzurra, ha espresso il desiderio ardente di vincere lo scudetto in Italia, un traguardo che finora gli è sfuggito nonostante i successi ottenuti in Spagna, Turchia e Lituania. Ha confessato che giocare in EuroLeague è un’esperienza che lo entusiasma profondamente, con palazzetti che ospitano fino a 20.000 persone. L’energia del pubblico è un motore che lo spinge a dare il massimo, e la passione per il basket si mescola alla voglia di triionfare.

Nonostante le battaglie affrontate sia in campo sia fuori, il giocatore non perde di vista la sua sete di vittoria, nutrendosi del supporto dei tifosi e della sua innata grinta. Le tre finali perse in Italia sono per lui non solo ricordi ma incentivi per raggiungere il massimo obiettivo nazionale: sollevare al cielo lo scudetto che manca nella sua ricca bacheca.

L’intervista di Polonara è un esempio di come gli atleti, pur essendo icone sportive, affrontano sfide umane come tutti noi. La sua storia è un inno alla resilienza e un promemoria che dietro ogni canestro, dietro ogni applauso del pubblico, c’è un individuo che lotta e sogna, proprio come fa Achille Polonara. Una cosa è certa, l’azzurro ha ancora molta voglia di lottare e di vincere, anche per questo Bologna spera che la sua voglia di vincere possa fare la differenza.

Exit mobile version