lunedì, Luglio 15, 2024
HomeNewsIl Sassuolo apre alla cessione di Berardi: servono 30 milioni

Il Sassuolo apre alla cessione di Berardi: servono 30 milioni

In un panorama calcistico dove le voci di mercato risuonano incessantemente, un nome di spicco resta saldamente ancorato al Sassuolo, nonostante le sirene di club ben più blasonati. Si tratta di Domenico Berardi, l’ala offensiva che con il suo dribbling incanta e che, per vocazione e affetto, sceglie di resistere al richiamo della maglia bianconera. La sua valutazione? Trenta milioni di euro: questa è la cifra che Giovanni Carnevali, Amministratore delegato neroverde, ha stampato sul cartellino dell’ambito trequartista.

Nonostante un periodo di stop forzato dai rettangoli verdi, il prezzo dell’attaccante lucano non subisce scossoni. Il lungo infortunio, che attualmente lo tiene lontano dal terreno di gioco, pare non intaccare la stima che la società emiliana nutre nei suoi confronti. Il dirigente Carnevali, in un’intervista fluente come un contrattacco orchestrato dalla sua squadra, mette in luce il valore umano e professionale del suo numero dieci.

È un racconto di fedeltà sportiva quello che ci fa immergere Carnevali, descrivendo Berardi come una creatura di Sassuolo, cresciuto all’ombra del Mapei Stadium, e ora fulcro luminoso intorno al quale ruota l’identità della squadra. Tra le righe, si avverte il calore di un legame che va oltre i freddi numeri, una storia di appartenenza che, in tempi di trasferimenti multimilionari, suona come una melodia rara e preziosa.

Non mancano, però, i momenti di riflessione, le estati in cui il cambiamento sembra allettante, come quella trascorsa, quando gli occhi della Vecchia Signora si posavano con interesse sul talento di Berardi. Ma, come svela Carnevali, non vi fu mai il passaggio alla concretezza, nessun accordo, nessuna trattativa ufficializzata.

Il valore del giocatore? “Vale tanto”, ripete il dirigente con una convinzione che non ammette repliche. Trenta milioni, una stima che affonda le radici in una proposta già ricevuta in passato da un grande club italiano. Il messaggio è chiaro: chi desidera strappare Berardi al Sassuolo dovrà essere pronto a sborsare una cifra importante, perché il giocatore è considerato un “top” sotto molti aspetti.

E così, tra lo scorrere di nomi e cifre che animano il mercato, Berardi rimane un faro per il Sassuolo, un patrimonio da valorizzare e, forse, da cedere solo di fronte a un’offerta che sappia riconoscerne appieno il valore. Ma per ora, il dribbling dell’ala lucana continua a incantare i tifosi neroverdi, che sperano di poterlo ammirare ancora a lungo tra le mura amiche.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments